I blink-182 commentano i video di Enema Of The State per il 20° anniversario

I blink-182 sono stati intervistati da Entertainment Tonight per promuovere il tour e per parlare dei video del periodo di Enema Of The State.

Travis Barker ha spiegato da dove è venuta l’idea di fare un tour con Lil Wayne.

Stavamo finendo il nostro prossimo album, che è quasi completamente pronto ora, e sono anche i 20 anni di Enema Of The State, quindi stavamo [già] pianificando un tour. Sono andato in tour con Lil Wayne nel 2006 e credo che abbia anche lui un progetto in uscita. Quindi abbiamo avuto l’idea di andare in tour assieme. Perché credo che condividiamo alcune cose.

Poi i blink-182 hanno iniziato a commentare i video tratti dai singoli di Enema Of The State.

What’s My Age Again?

Mark Hoppus ha descritto il video di What’s My Age Again? come un grande successo su MTV, ma che ha avuto anche degli effetti negativi.

Penso che questo video ci abbia lanciato nell’universo di TRL. È stata una dichiarazione per la nostra band e ci ha perseguitato per anni. Anche oggi, 20 anni dopo, la gente dice: “Oh sì, voi siente la band nuda”. Quindi un’arma a doppio taglio, ma nonostante ciò una grande arma.

[..] Per la prima ripresa, eravamo sulla Terza Strada con i nostri accappatoi. [..] Così ci siamo tolti gli accappatoi e proprio in quel momento è passata un’automobile e ci hanno gridato: “Fottuti stronzi!” Poi ci hanno detto: “E... azione!” Quello è il momento in cui abbiamo iniziato a correre.

Il negozio di fiori a cui siamo corsi davanti non è più lì. Ogni volta che guido per la Terza Strada penso a questo video e al negozio di fiori.

Matt Skiba è contento di non aver mai dovuto fare una cosa del genere.

Fortunatamente non ho mai dovuto correre in giro nudo e, a questo punto della mia vita, non mi esporrei in pubblico. A meno che non venissi pagato con tantissimi soldi.

Dopo che Travis Barker ha notato che in una scena i loro sederi non erano censurati, Mark Hoppus ha spiegato le differenze tra gli Stati Uniti e altre nazioni.

No, negli Stati Uniti i nostri culi non erano censurati digitalmente. Ma all’estero, in base a dove veniva trasmesso il video, qualche volta censuravano i nostri culi. Non si possono fare certe cose. È come guardare direttamente il sole.

All The Small Things

Mark Hoppus pensava che il video di All The Small Things non fosse divertente, ma dopo ha iniziato a ritenerlo geniale.

Quando Marcos [Siega] ci ha mandato l’idea per questo video ero molto diffidente. E quando abbiamo finito ero ancora più diffidente. [..] La pensavo così soprattutto perché non avevo visto i video che stavamo parodiando. Ma adesso che ho visto i video, ovviamente questo video è geniale e mi sbagliavo completamente.

Io che ballo in mutande è stata una mia idea ed è semplicemente tremendo. Dio, ci sono tantissime scene con me in quelle stupide mutande! Avevamo un coreografo che veniva e ci insegnava a ballare. Abbiamo passato un pomeriggio in una pista da ballo.

Dopo che Travis Barker ha notato che Tom DeLonge era super convinto, Mark Hoppus ha commentato i diversi atteggiamenti dei blink-182.

Era super convinto! Amo Travis in questo video. Voglio dire, Tom fa ovviamente finta. Io faccio il mio lavoro e Travis non fa nulla in tutto il video.

Travis Barker è uscito per un po’ di tempo con la ragazza che ha baciato nel video e Mark Hoppus ha commentato la scena del bacio.

Travis doveva baciare la ragazza hot, perché, beh, Tom aveva una ragazza in quel periodo e lei non voleva baciarmi. Travis ha dovuto baciare delle donne in alcuni video. Quando c’è bisogno di qualcuno nella band che deve baciare una donna in un video, Travis ha quel lavoro da fare.

Adam’s Song

Mark Hoppus non vedeva il video di Adam’s Song da 17-18 anni, ma gli piace molto. Travis Barker ha raccontato di aver tagliato i rasta dopo le riprese di questo video.

Amo questo video. Penso di aver tagliato i rasta dopo questo video, circa un mese dopo. A quel punto avevo qualcosa che mi cresceva tra i capelli. Erano molto sporchi...

Mark Hoppus ha spiegato dove sono state riprese le diverse scene del video.

Questa è probabilmente la canzone più deprimente del disco. Lo ha diretto Liz Friedlander e abbiamo passato una giornata in un parcheggio coperto abbandonato nel centro di Los Angeles a girare questo video... e [poi] un po’ di servizi fotografici a San Diego. Lì è dove abbiamo scattato tutte le foto sulla spiaggia.

Abbiamo passato un paio di giorni sulla spiaggia intorno a San Diego, scattavamo foto che venivano sviluppate, copiate e messe su tutti i muri. Nel 1999, quando è uscito questo video, era una tecnologia abbastanza innovativa quella per la telecamera di “entrare” in una foto sul muro e finire in un’altra scena come fa questo video. Penso che Liz sia stata grandiosa.

Travis Barker ha commentato la facilità di girare questo video.

Penso che questo sia stato uno dei nostri video più facili da girare, perché eravamo semplicemente nel nostro habitat naturale.

Mark Hoppus è orgoglioso che Adam’s Song abbia aiutato diverse persone a superare dei momenti difficili.

Ho sentito di alcune persone che sono state aiutate da questa canzone a superare dei momenti difficili e sicuramente ha aiutato me a superare un momento difficile. Quindi pensare che una canzone che abbiamo scritto in una sala prove a San Diego aiuti le persone, anche 20 anni dopo, è sicuramente un grandissimo onore.

Commenta la notizia qui sotto o discutine sul forum.

comments powered by Disqus