Secondo Travis Barker il nuovo EP dei blink-182 è 100 volte meglio di "Neighborhoods"

La scorsa settimana Travis Barker, Tom DeLonge e Mark Hoppus hanno passato quattro giorni in uno studio di registrazione di Los Angeles per impostare alcuni nuovi brani dei Blink-182, che hanno in mente di pubblicare per Natale come EP digitale. Come ha detto Barker a Rolling Stone, il nuovo materiale si preannuncia essere qualcosa di speciale.

"Secondo me, questo EP è cento volte meglio di Neighborhoods", ha detto Barker riferendosi all'album del 2011. "Perché siamo stati tutti nella stessa stanza". Il trio ha registrato quasi tutto Neighborhoods a distanza spedendosi via e-mail i brani avanti e indietro l'uno all'altro. "Ci sono alcune canzoni che amo, ma per la maggior parte sono scollegate", ricorda Barker. "Era come dire: 'Tu fai questa parte nel tuo studio, poi ci suoni sopra e me la rimandi indietro'. Quando non si sta nello stesso studio assieme, non si ha la possibilità di rapportarsi con gli altri".

A peggiorare le cose c'era il fatto che Barker si stava ancora riprendendo dal terribile incidente aereo del 2008 dove ha rischiato di perdere la vita. "Amico, stavo ancora guarendo", ha detto. "Avevo le croste su tutto il mio corpo ed ero un casino insanguinato. Era troppo presto".

Barker ha detto che ora la band non vede l'ora di andare avanti. Ha già preparato cinque nuovi brani che il batterista descrive come "molto, molto cool" – una delle quali la definisce canzone "molto folky". "Non lo so nemmeno", ha detto ridendo. "È una scappatoia. Avevamo tutti alcune idee. Sono andato in studio e stavo solo giocando. Avevo la mia batteria elettronica, ho suonato solamente una parte di batteria abbastanza normale ed è diventata una cosa pazzesca. Ha cambiato l'intera forma della canzone".

L'idea di tornare in studio era arrivata da Barker, che l'aveva proposta a DeLonge e Hoppus durante il loro tour Europeo di questa estate. Ma è stato solamente un paio di settimane fa che la band ha deciso di andare avanti con il progetto. "Erano circa tre giorni dopo Halloween e Tom ha detto: 'Amico, dovremmo farlo!'", ha ricordato Barker.

Adesso che sono una band indipendente per la prima volta dal loro debutto del 1994 – i Blink si sono divisi dalla loro casa discografica di lunga data, la Interscope, il mese scorso – Barker dice che l'EP è stato realizzato esclusivamente "per i fan. È una specie di celebrazione dell'aver lasciato l'etichetta discografica".

E altra nuova musica dei Blink sta per arrivare. Il batterista ha detto che torneranno in studio a febbraio dopo un tour in Australia per iniziare a scrivere e a registrare il loro prossimo album, che vorrebbero pubblicare verso la fine del 2013.

Il motto della band per il futuro? "La regola è che non ci sono regole", ha risposto Barker.
- RollingStone.com

Commenta la notizia qui sotto o discutine sul forum.

comments powered by Disqus