I blink-182 "ridono" ancora dopo l'album della riunione un po' incerto

Il trio pop-punk auto-pubblicherà il loro prossimo EP, "dogs eating dogs", dopo essersi diviso con l'etichetta di lungo corso, Interscope. "Siamo giocatori svincolati al top del nostro gioco", ha detto il cantante Tom DeLonge.

Quattordici mesi fa la fucina pop-punk della California, i Blink-182, ha marcato il proprio ritorno alla musica con un album che era privo di quel humor unico che ha aiutato la pubblicazione precedente, "Blink-182" (2003), a vendere 2,2 milioni di copie, secondo Nielsen SoundScan. Pubblicato nel settembre del 2011, "Neighborhoods" ha seguito un tour di successo che ha fatto guadagnare 21,2 milioni di dollari nel 2009, secondo Billboard Boxscore. Ma nonostante il grande lasso di tempo tra i due album, "Neighborhoods" non è riuscito a raggiungere il livello delle pubblicazioni precedenti. Ha debuttato al numero 2 della Billboard 200, ma ha venduto solo 322.000 copie.

Adesso, dopo un anno di riflessioni e la separazione dall'etichetta di lungo corso Interscope, i Blink-182 auto-pubblicheranno il loro EP "dogs eating dogs" il 18 dicembre. La band stava ancora registrando per il progetto all'inizio di dicembre, ma la track list di cinque canzoni e il pre-ordine di 3,99$ sono arrivati questa settimana su iTunes. L'EP sarà pubblicato solo digitalmente e i pre-ordini sono iniziati il 19 novembre, lo stesso giorno dell'annuncio, sul sito della band.

Il cantante/chitarrista Tom DeLonge ha detto che "dogs eating dogs" rispecchia la musica che la band avrebbe dovuto iniziare a creare "il giorno dopo" l'annuncio della loro separazione nel febbraio del 2005. Invece, quando si sono sciolti, più di un decennio dopo aver pubblicato l'album di debutto "Cheshire Cat" (con il batterista Scott Raynor, sostituito in seguito da Travis Barker), ogni membro ha intrapreso un nuovo progetto. DeLonge ha formato gli Angels & Airwaves, mentre il cantante/bassista Mark Hoppus e il batterista Barker hanno formato i +44.

Dopo la lunga pausa la riunione per registrare "Neighborhoods" era tutt'altro che tranquilla. "Non eravamo neanche nella stessa stanza", ha detto DeLonge della registrazione dell'album. "Ci parlavamo a malapena; eravamo in studi diversi. Nessuno commentava veramente le parti degli altri, nessuno aiutava gli altri. Eravamo tutti sulle uova".

A quel tempo DeLonge ha detto che stava scrivendo il tipo di musica che pensava che i fan e i suoi compagni di band si sarebbero aspettati e non quello che voleva scrivere. Adesso parlando di "dogs eating dogs" ha detto che ha scritto canzoni che sono "indicative di chi sono ora a 36 anni".

Ma questa volta il più grande cambiamento per i Blink-182 è la loro separazione da Interscope. Il trio ha lasciato l'etichetta discografica a ottobre in un passaggio che DeLonge descrive come una decisione della band.

"Siamo stati completamente noi", ha detto. "Siamo pronti per andare avanti. Allo stesso tempo quello che l'Interscope fa meglio e ciò che sanno di fare in questo momento è più hip-hop, R&B e musica pop. Ci sono tante etichette discografiche che stanno facendo bene con band rock e loro non sono una di queste. Pensavo solamente che la collaborazione non avesse senso".

Pochi settimane dopo essersi divisi dalla Interscope, sia Hoppus che DeLonge hanno annunciato online la nuova musica. "Pubblichereno alcune nuove canzoni dei Blink-182 tra poche settimane. State collegati", si legge su un post dell'account Twitter di Hoppus (2,3 milioni di follower) dell'8 novembre.

L'EP è stato annunciato due settimane dopo e reso immediatamente disponibili come pacchi in tema natalizio pre-ordinabili sul nuovo sito della band. Il progetto è disponibile in tre edizioni che vanno da un prezzo di 20$ a un massimo di 100$ e ognuna di esse accompagna la pubblicazione digitale con oggetti fisici che vanno dalle magliette ai poster autografati. "Boxing Day", il primo singolo di "dogs eating dogs", è stato reso disponibile sul web il 10 dicembre dopo aver debuttato in radio.

Per tutta la tensione che c'era tra i membri della band e tra la band e Interscope nel 2011, DeLonge ha detto che sono finalmente in un buon posto, andando d'accordo in un modo in cui non lo erano mai stati prima dello hiatus. "Siamo connessi, ridiamo, facciamo scherzi e ci prendiamo in giro", ha detto. "Non si rideva durante 'Neighborhoods'".

DeLonge ha inoltre detto che ci sono state già delle discussioni sui prossimi passi della band, tra cui anche firmare con un'altra casa discografica o stabilire un accordo che permetta ai Blink-182 di riottenere i loro diritti per il Nord America e "firmare solo per diverse regioni del mondo".

Ma per ora la priorità principale è quella di collegarsi con il nocciolo duro dei fan e costruire quello che DeLonge definisce un "sito web che permetta un'esperienza imponente", con l'aiuto del suo social network musicale Modlife, per "servire direttamente i fan in un modo creativo e lungimirante". Infatti i Blink-182 hanno discusso sul pubblicare la musica con più frequenza nella forma di EP che DeLonge descrive come "ambizioni e artisitici". "Non è che non pubblicheremo un altro disco", ha detto. "Ma potremmo non pubblicare un album completo".

"La gioia di essere indipendente è che si può scrivere quello che si vuole". Ha continuato ridendo: "Nessuno ti grida dietro quando fai stronzate".

È quella libertà che ha permesso loro di essere sè stessi nell'EP, ha detto DeLonge. È una formula che spera che il trio possa continuare a seguire. "Siamo giocatori svincolati al top del nostro gioco", ha detto. "I Blink possono ora spianare la strada al potenziale che molta gente, molti nostri fan, vedevano veramente in noi".
- Billboard.com

Commenta la notizia qui sotto o discutine sul forum.

comments powered by Disqus