Tre interviste su "Neighborhoods"

Tom DeLonge e Mark Hoppus hanno fatto un po' di interviste questa settimana su "Neighborhoods". Ecco le domande più interessanti a cui hanno risposto.
[..]
Le due canzoni che ho sentito, "Up All Night" e "Heart's All Gone", l'esatto opposto musicale una dell'altra. Questo è emblematico per l'album?
Penso di sì. Abbiamo pubblicato "Up All Night", che è molto progressive per noi. È diversa da qualsiasi cosa abbiamo mai fatto e volevamo principalmente mostrare alla gente che stiamo facendo un passo successivo con la band. Poi abbiamo pubblicato "Heart's All Gone" per dire: "Hey, ci sono un po' di cose sul disco che, se volete solo cose nostalgiche da noi, sono ancora lì".
[..]
Qual è l'impatto che hai avuto nell'approcciare i Blink dopo aver fatto le tue cose con gli Angels & Airwaves?
Enorme. Con gli Angels & Airwaves posso fare qualsiasi tipo di musica che mi piace. Facciamo cose che assomigliano a Peter Gabriel. Facciamo cose che assomigliano agli U2. Facciamo cose che assomigliano ai Fugazi, una vecchia band punk-rock che è stata super-influente per me. Quindi, quando sono tornato con i Blink, ho avuto tutte queste nuove abilità che sono state affinate negli ultimi sette anni circa. E ho prodotto tutti quei disci, così ho davvero sviluppato un talento con cui ottenere il risultato delle mie idee. Molte volte quei ragazzi vogliono tornare indietro e non andare troppo lontano. Ho fatto quattro dischi da quando abbiamo fatto il nostro ultimo. Quindi alcune volte penso troppo avanti. Ma va bene così. Non voglio che assomigliamo agli Angels e non voglio che non assomigli ai Blink. Voglio che i Blink siano i Blink e penso che quei ragazzi siano felici che ci sia io a provare a portare le cose avanti perché c'è un posto per quel tipo di cose sul disco.
I My Chemical Romance hanno cancellato la loro presenza qui [ndR.: al concerto al Tempe Beach Park di Tempe (Arizona) del 30 settembre 2011] per protestare contro la legge sull'immigrazione SB 1070.
Oh, lo hanno fatto? Non lo so sapevo. Beh, noi no. I politici non sono un nostro pensiero (ride). Ma mi piace il fatto che le band usino la propria musica per veicolare qualcosa in cui credono. Penso che sia importante.
- AZCentral.com
[..]
I Blink-182 sono sul punto di pubblicare 'Neighborhoods' - qual è stata la tua canzone preferita da registrare in questo album e perché?
Probabilmente After Midnight. La mia preferita cambia giorno per giorno, ma questa settimana After Midnight è la mia preferita. Mi piace il ritmo che Travis ha scritto per questa. È stato la genesi dell'intero brano e poi abbiamo costruito interno ad essa la canzone. La cadenza della canzone è diversa da qualsiasi cosa abbiamo fatto in passato. È un po' lenta, ma con un grande ritornello. Mi piace il fatto che io e Tom ci siamo divisi il ritornello e le strofe di questa canzone. Questo brano è stato completato molto velocemente.
[..]
Quale sarebbe un motivo che daresti a qualcuno che non ha mai sentito i Blink-182 di ascoltare 'Neighborhoods'?
Se non ti piace questo disco, significa che hai un terribile gusto musicale, tutti i tuoi amici ti rideranno alle spalle e la tua ragazza/il tuo ragazzo ti lascerà per la vergogna di tutto questo.
Utilizzi molto i social media e i Blink-182 hanno utilizzato vari metodi per promuovere il nuovo album online; ritieni che internet abbia avuto e/o stia avendo un impatto positivo o negativo sulla musica in generale?
Entrambe le cose allo stesso momento. Ovviamente l'impatto sulle vendite degli album ha devastato l'industria musicale, ma allo stesso tempo ci sono delle opportunità fantastiche per le band di comunicare direttamente con i propri fan. Le nuove band hanno gli strumenti per promuovere, vendere e distribuire la musica da sole. Internet ha messo da parte la struttura tradizionale dell'"industria musicale" e ha creato un nuovo mondo coraggioso. Penso che tutti continuino a cercare di capire cosa significhi nel lungo periodo. La cosa buona è che continua ad essere creata della nuova musica grandiosa, innovativa, creativa e fantastica.
[..]
- Punktastic.com
[..]

“Potevo sicuramente sentire che Mark ha delle sensibilità più elettroniche e ha fatto alcune cose sperimentali. Questi sono i vari strati che formano il disco. Travis ha fatto quegli esperimenti pieni d'arte con solo la batteria che tiene insieme le canzoni. Queste sono le cose che hanno fatto entrambi da soli senza il mio aiuto e sono stato entusiasta quando le ho sentite”.

[..]

“Mark tende a scrivere cose realistiche. È molto bravo a cantare delle cose vere che sono successe. Io ho un approccio diverso. Abbiamo una canzone che si intitola “Ghost on the Dance Floor” che per me è un ritorno di quando ero un ragazzino. Ascoltavo le canzoni degli Oingo Boingo e dei Depeche Mode degli anni '80 quando c'era un approccio dark e poetico verso l'amore. Quella canzone, per esempio, è sull'essere in un posto e sentire una canzone che ti ricorda di qualcuno che non c'è più. Per me questa è “Dead Man’s Party” degli Oingo Boingo. È molto anni '80. È un modo intelligente di ricordare qualcuno a cui tieni. Approccio le cose come le band alternative degli anni '80, che è una cosa radicata in me”. Tom dice che è diverso per Mark. “Penso che Mark tenda ad approcciarsi alle cose con un punto di vista accademico perché è molto intelligente. Qualche volta descrive le cose in un modo molto più realistico. Le sue parole a volte sono molto pittoresche, perché legge molto”.

[..]

“Siamo una band pop-punk. È strano. Mi piacciono le cose che possano essere straordinariamente formative. Non penso che sia questo il modo di Mark e penso che Travis gli piacciono le cose che siano cool. Tutte queste tre cose sono ovviamente soggettive, ma è difficile dire dove siamo adesso. Avrei preferito seguire le orme dei Police piuttosto che quelle dei Cheap Trick o di una band power-pop”. Ha continuato Tom: “Vogliamo sperimentare con la musicalità e con lo scrivere le canzoni in modo classico. Ma è difficile fare anche nei blink perché noi tre siamo molto diversi. Questo è quello che voglio fare io. Scommetto che la risposta di Mark possa essere un po' diversa. Mark ama quello che i Blink sono sempre stati. Non è spaventato di cambiare, ma probabilmente non vuole divagare troppo. Non mi dispiacerebbe lasciare del tutto il percorso, passare attraverso le strade poco battute e sopra le montagne e vedere dove ci porta tutto questo. Non lo so... Penso che il compromesso finale tra noi tre è qualcosa di magico. Sono contento con qualsiasi cosa funzioni finchè funziona”.
- AlternativeAddiction.com

Commenta la notizia qui sotto o discutine sul forum.

comments powered by Disqus