Il nuovo album dei blink-182 uscirà in vinile e potrebbe essere finito nel 2010

Mark Hoppus è stato intervistato da Alternative Press il giorno della conferenza stampa per presentare "A Different Spin", il nuovo programma televisivo. Nella prima parte dell'intervista parla della conferenza stampa e del programma e nella seconda parte, tradotta qui sotto, parla del nuovo album dei blink-182.
Hai accennato che i Blink non hanno nuove canzoni, ma quando abbiamo parlato l'anno scorso, mi avevate parlato di "The Night The Moon Was Gone", che poi è diventata "Up All Night". Quante altre canzoni sono in vari stati di completamento e quando possiamo aspettarci di sentire almeno un'anteprima?
Spero presto. Appena i Blink si sono riuniti, siamo entrati in studio e abbiamo iniziato a buttare giù idee per molte canzoni. "Up All Night" è sicuramente la canzone che è più avanti. Vorrei dire che è molto vicina ad essere completa, ma non abbiamo avuto la possibilità di sederci e finire di di registrarla. Quindi quando entreremo in studio e cominceremo a scrivere un po' di cose nuove, cercheremo di capire qual è la migliore canzone da pubblicare per prima. Non è come se stessimo tenendo qualcosa di qualcun'altro. Vogliamo soltanto che la prima cosa che pubblichiamo sia grande e potrebbe essere quella canzone.

[..]

Ti aspetti che l'album esca nel 2011?
Ecco il punto: stiamo provando a finirlo nel 2010. Non pubblicheremo l'album finchè non sentiamo che sia un grande album. Non faremo di fretta qualcosa che fa schifo e non ci metteremo un'infinità di tempo per pubblicare qualcosa che non amiamo. Andremo in studio con l'atteggiamento che dovremo lavorare duramente su questo album e pubblicare qualcosa prima possibile. Se ci vorranno tre mesi, ve bene. Se ci vorranno sei mesi, ci metteremo sei mesi. Abbiamo intenzione di andare avanti finché non è pronto. Stiamo lavorando con un obiettivo molto semplice: lavoreremo più duramente possibile per assicurarci che sia grande e che possiamo pubblicare prima possibile.

Non siete preoccupati che non dandovi una data finale, possiate cercare la perfezione nelle canzoni andando avanti per moltissimo tempo?
Sì, ed è quello che è succeso [nel 2003 con Blink-182]. Abbiamo avuto tutto il tempo che volevamo e siamo stati troppo tempo su alcune cose. Visto che abbiamo passato molto tempo a sperimentare con quell'album, penso che sappiamo cosa funzioni e cosa non funzioni. Quindi spero che questa volta saremo più veloci. Ho amato registrare lo scorso disco.

Quando dici quello che ha funzionato e non ha funzionato, quali sono le cose che pensi non abbiano funzionato nell'ultimo disco?
Beh, abbiamo provato qualsiasi idea che avevamo. Alcune cose funzionavano in alcune canzoni e poi le abbiamo utilizzate in altre canzoni. Non saprei dire se ci sono proprio delle cose che non abbiano funzionato. Penso che abbiamo imparato che credere solo all'istinto dall'inizio sia la cosa più importante. Nell'ultimo disco scrivevamo una canzone, la portavamo in un certa direzione e poi la cambiavamo tutta per poi tornare nove volte su dieci all'idea originale. Quindi penso che la lezione che abbiamo imparato sia di sperimentare sempre e credere sempre all'istinto.

Gran parte dei vostri vecchi dischi sono stati pubblicati in vinile per la prima volta quest'anno. È una cosa molto importante per voi?
Amo i vinili e penso che una cosa che manca alla musica dei giorni nostri è la possibilità di collezionarla. Quando vado in un negozio di dischi, vorrei trovare un singolo in vinile dei Cure ed è una grande cosa. È una grande cosa avere l'oggetto vero e proprio e vedere la copertina. A causa di internet e della musica diventata così accessibile, in poco tempo puoi avere tutte le canzoni di un artista. La possibilità di collezionare gli oggetti musicali si sta perdendo, ma penso che la gente stia riscoprendo la bellezza di questo attraverso i vinili. Penso ci sia un gioia a guardare la copertina di un album in vinile che non possiedi come MP3. Penso che le copertine degli album si stiano perdendo nella digitalizzazione odierna. Molti pensieri vanno alla copertina e a quali foto utilizzare per fare qualcosa di fantastico per un album. Dovrebbe essere un componente importante dell'esperienza musicale.

Quindi è corretto dire che, non importa quando il nuovo disco sarà finito, uscirà in vinile?
Sì, è corretto dire così.
- AltPress.com

Commenta la notizia qui sotto o discutine sul forum.

comments powered by Disqus