La serie televisiva di "Strange Times" è in fase di sviluppo per la TBS

La serie televisiva di Strange Times è in fase di sviluppo per la TBS e Aaron Karo sarà lo sceneggiatore e il produttore esecutivo. Gli altri produttori esecutivi saranno Tom DeLonge, Stan Spry di The Cartel e Russell Binder di Strike Entertainment.

Tom DeLonge ha rilasciato un’intervista a Variety per parlare della serie televisiva di Strange Times.

Hai sempre pensato che Strange Times avesse il potenziale di passare ad altri media?
Sì, assolutamente. Questo è un sogno che ho avuto per più di 10 anni ed è finalmente una cosa reale. Tutte le storie e i temi su cui lavoro sono pensati per essere condivisi attraverso più media e su piattaforme diverse — film, TV, libri, musica e così via. Strange Times è iniziato come un sito interattivo dove la gente condivideva storie strane e paranormali — molte delle quali con delle prove credibili. Quello ha aiutato a ispirare la storia dietro alla graphic novel e anche a un romanzo che ho pubblicato. Questo è esattamente ciò che fa la mia società To The Stars Academy of Arts and Science. Speriamo di creare qualcosa che può essere descritto come una specie di “Disney della fantascienza”, in cui in nostri franchise sono mondi che sono ispirati e informati dalla nostra divisione scientifica.
C’è un personaggio tra i cinque ragazzi in cui ti identifichi di più?
Il gruppo di personaggi nella storia sono basati sulla tribù di skater degenerati con cui sono cresciuto, più o meno nello stesso periodo in cui ho fondato la mia band, i blink-182. La storia è collocata anche nella stessa città. Charlie, il personaggio principale, ha un po’ di me. Un ragazzo che cerca risposte, cerca un via d’uscita dai sobborghi, ma che ride con i suoi amici ridicoli e irriverenti lungo la strada.
Quali musicisti vorresti veder contribuire alla colonna sonora?
Mi piacerebbe vedere alcune delle mie band punk rock preferite, come Descendents, Queers e Bad Religion, che facevano tutte parte della colonna sonora della mia vita in quel periodo. Ma mi piacerebbe vedere anche grandi band new wave, come New Order, Depeche Mode e The Cure.
Quale sarebbe la sigla ideale del programma?
Probabilmente Suburban Home dei Descendents.
Guardando al successo di Stranger Things, questo potrebbe diventare un franchise e vorresti che lo diventasse?
Assolutamente, non mi piace lavorare su cose una tantum. Una ragione per cui ho creato la To The Stars era di essere in grado di costruire mondi dinamici e ricchi per tutti, che tu preferisca le graphic novel e i film o che tu sia un avido lettore a cui piace leggere attentamente ogni dettaglio e immaginare il mondo da solo.
Molti musicisti interessati a molteplici forme d’arte dicono che questo rivitalizza la loro musica. È questo il tuo caso?
Sì, quando ho fondato l’altra mia band, gli Angels & Airwaves, l’unico modo per esplorare completamente altre parti della mia sensibilità musicale era immaginare grandi paesaggi cinematografici. Sono diventato ossessionato a mischiare i diversi media e la musica. Abbiamo prodotto il nostro primo film Love qualche anno fa insieme al doppio album omonimo. Variety lo ha effettivamente paragonato a 2001: Odissea nello spazio di Kubrick. Abbiamo riso quando lo abbiamo letto, perché siamo molto piccoli rispetto a qualcosa come quello, ma è stato incredibile e siamo stati molto onorati di essere solamente considerati nello stesso spazio.

STRANGE TIMES is getting a TV series at @tbsnetwork. Read more at our link in bio!

STRANGE TIMES is getting a TV series at @tbsnetwork. Read more at our link in bio!

Commenta la notizia qui sotto o discutine sul forum.

comments powered by Disqus