Il 2019 di Tom DeLonge e cosa si aspetta per il 2020

Dopo aver pubblicato un’anteprima alla fine di dicembre, Kerrang! ha pubblicato l’intervista integrale fatta a Tom DeLonge in cui si parla del suo 2019 e di ciò che si aspetta per il 2020.

La prima parola che viene in mente a Tom DeLonge pensando al 2019 è...

Direi “illuminazione”. Avere la marina militare degli Stati Uniti che ammette che i fenomeni aerei non identificati sono reali è stata una cosa importante.

[..]

Molte persone mi hanno chiesto se mi sentivo giustificato o validato, ma in realtà non lo ero. Sono stato portato in qualcosa che è un po’ spaventoso e inquietante, quindi non mi sento giustificato; sento compassione per quelle persone che avranno difficoltà a digerire queste cose. E il mio lavoro è di aiutarle a digerirle in maniera migliore.

Tom DeLonge ha parlato del ritorno degli Angels And Airwaves.

È stato molto divertente ricominciare a suonare di nuovo! Tutto con la To The Stars era molto complicato. Era un lungo processo e stavo nuotando in acque in cui non avevo mai nuotato prima. Ero molto impreparato per la sua difficoltà. Suonare è molto più facile di tutto quello, perché so come si fa [Ride].

Tom DeLonge spiega perché sente che l’ultimo tour con gli Angels And Airwave sia stato uno dei migliori.

Beh, il tipo di musica si adatta molto alle mie capacità. Non sono il miglior chitarrista, non sono il miglior cantante e non sono il miglior frontman... [Ride]. Sono bravo in tante cose diverse, ma non sono un maestro in nessuna di esse! Ma per come sono le composizioni, mi adatto in maniera molto organica, posso fare affidamente sui miei compagni di band e questo mi fa sentire libero di essere me stesso. Si adatta molto a ciò che sono, musicalmente e spiritualmente.

Tom DeLonge ha elencato ciò che ha imparato nel 2019.

Che la vera felicità, restare fedele a ciò in cui si crede e provare a creare la vita che si pensa che non sia possibile è tutto molto possibile. Si deve avere la capacità di seguire il proprio cuore a qualunque costo. Sono stato sottovalutato per tutta la mia vita e le cose che ho compiuto a questo punto della mia carriera sono molto più grandi e più estese di quanto abbia mai pensato. Nessuno pensava che avrei mai portato a termine le cose di cui ho fatto parte finora e questo mi ha solo incoraggiato a restare fedele a ciò in cui credo. Quando ho lasciato i blink per “andare a cacciare gli UFO” la gente rideva. Ma poi hanno scoperto che stavo lavorando veramente con quelle persone e hanno detto: “Aspetta un momento...”. A questo punto penso che la gente prenda seriamente ciò che dico e voglio proteggere e apprezzare questo. Voglio continuare a fare le cose che ho detto che avrei fatto. E ci sono parecchie cose in arrivo, quindi è un momento entusiasmante per essere me [Ride].

Tom DeLonge ha spiegato come ha fatto a rimanere gentile e dignitoso nonostante le tante prese in giro.

Ci sono momenti in cui ci si sente frustrati e ci si vuole alzare per dire qualsiasi cosa per dimostrare le proprie posizioni, ma quello è solo l’ego, che è solo una corazza sottile che protegge ciò che si sente dentro. Se ci si sente forti dentro, non importa. Di solito la gente che ha molti soldi li vuole ostentare e si comporta come uno stronzo. Ma poi arriva un tizio con un cappellino che è super umile e super gentile e poi scopri che è un miliardario [Ride]. Sa chi è e ciò che ha raggiunto e quello è il tipo di persona che aspiro di essere.

Tom DeLonge ha svelato chi è stato il suo eroe nel baseball del 2019.

Il mio eroe dell’anno è Fernando Tatís Jr., l’interbase debuttante dei San Diego Padres. Non so perché; è semplicemente molto bravo e avevamo bisogno di uno molto bravo [Ride].

Commenta la notizia qui sotto o discutine sul forum.

comments powered by Disqus