Intervista ai Simple Creatures al Good Things Festival 2019 di Wall Of Sound

Mark Hoppus e Alex Gaskarth sono stati intervistati al Good Things Festival a Brisbane da Wall Of Sound e hanno parlato dei Simple Creatures e del possibile ritorno dei +44.

  • I Simple Creatures non pensano al pubblico che vogliono raggiungere quando creano musica, ma cercano di fare qualcosa di diverso e opposto (da qui il titolo Everything Opposite del secondo EP) rispetto ai blink-182 e agli All Time Low.
  • Ogni debutto con una band (blink-182, +44 e Simple Creatures) è sempre un nuovo inizio per Mark Hoppus e pensa che questo sentirsi meno a suo agio gli dia la possibilità di dare il meglio.
  • Per i Simple Creatures è un grande complimento quando qualcuno che li va a vedere rimane piacevolmente sorpreso da ciò che suonano.
  • Per Alex Gaskarth è stato un grandissimo onore da fan dei blink-182 conoscere Mark Hoppus e aver la possibilità di fare musica assieme.
  • I Simple Creatures sono un progetto molto agile, quindi riescono a lavorare quando Mark Hoppus e Alex Gaskarth non sono impegnati rispettivamente con blink-182 e All Time Low.
  • La cosa più strana che ha fatto un fan dei blink-182 è stata quella di chiamare i figli Mark e Skye (il nome della moglie di Hoppus). Mark ha incontrato questa famiglia circa un mese fa a Disneyland.
  • Alex Gaskarth e Mark Hoppus si sono incontrati la prima volta perché il batterista degli All Time Low ha tatuato il coniglio dei blink-182.
  • Alla domanda se ci sarà mai un ritorno dei +44, Mark Hoppus ha risposto: ”Forse, mai dire mai”. Mark ha aggiunto che sarà difficile che accada perché Mark non parla con Craig Fairbaugh e con Shane Gallagher da anni e ormai anche loro sono andati avanti con la loro vita.
  • I +44 rimangono un momento speciale nella vita di Mark Hoppus e la realizzazione dell’album When Your Heart Stops Beating lo ha aiutato ad attraversare il periodo della “morte” dei blink-182.

Commenta la notizia qui sotto o discutine sul forum.

comments powered by Disqus