Mark Hoppus e Alex Gaskarth hanno parlato dei Simple Creatures, dell'EP "Everything Opposite" e di molto altro con Upset

Sul numero di agosto di Upset c’è un’intervista a Mark Hoppus e Alex Gaskarth che parlano ovviamente dei Simple Creatures, ma anche di blink-182 e +44.

Mark Hoppus ha spiegato che i Simple Creatures saranno sempre una band vera e propria che andrà avanti per molti anni.

È più difficile far capire alla gente cosa sono i Simple Creatures e che non sono una cosa che facciamo ogni tanto, un EP che pubblichiamo e che poi ci dimentichiamo. Vogliamo che sia un band a tempo pieno, ma vogliamo continuare il nostro lavoro principale con gli All Time Low o i blink-182. Questa è una cosa che andrà avanti e che vogliamo fare per diversi anni.

Mark Hoppus era sorpreso dalle resistenze rispetto al fatto che i Simple Creatures non facciano musica simile ai blink-182 o agli All Time Low.

Solitamente le ignoro. Nei blink, nei Simple Creatures e nella vita, ho capito che se abbasso la testa, faccio il lavoro che mi piace e credo in me stesso e nella gente che mi sta intorno, allora andrà tutto bene. Quando cerco di soddisfare ciò che penso che la gente si aspetta dai blink o altro, non va bene e quelle canzoni non hanno mai visto la luce del giorno.

Mark Hoppus pensa che l’essere andati in tour abbia aiutato le persone a capire che i Simple Creatures non sono semplicemente una brutta copia dei blink-182 o degli All Time Low.

Quando abbiamo iniziato a suonare le canzoni in concerto, il tutto ha cominciato ad avere più senso per le persone. Quando abbiamo annunciato che io e Alex avevamo fatto una band insieme, la gente pensava che la combinazione di un componente dei blink-182 e uno degli All Time Low avrebbe probabilmente portato a una versione light dei blink-182 e degli All Time Low. E così non è stato. Abbiamo specificamente e intenzionalmente fatto in modo di non assomigliare a una delle nostre band e questo ha confuso le persone che si aspettavano qualcosa di diverso.

Mark Hoppus ha bisogno di qualcuno con cui lavorare per non rimuginare troppo sulle canzoni fino a peggiorarle.

Se sono lasciato da solo in studio di registrazione, tendo a pensare troppo e a lavorare troppo sulle canzoni fino a renderle troppo piatte. Mi piace avere qualcuno con cui condividere le idee che mi dice se vanno bene o meno. Questo è quel dare e avere che rende una canzone migliore rispetto alla somma delle parti. Funziona così nei blink e anche nei Simple Creatures.

Quando scrive le canzoni, Mark Hoppus cerca di mettere giù la prima cosa che gli viene in mente e così solo dopo molto tempo riesce a capire il significato delle sue canzoni.

Molte volte capita che non capisco veramente di cosa parlino le canzoni che scrivo, se non dopo diversi mesi. In studio cerco di aderire all’idea di Jack Kerouac del primo pensiero, miglior pensiero. Vengo fuori con una melodia, vengo fuori con le parole e, se mi piace ciò che dicono e l’atmosfera che ispirano, passo alla cosa successiva. Solo dopo mesi ci ripenso e capisco dove mi trovavo con la testa.

[..]

Per esempio, durante una conferenza stampa per il lancio di Bored To Death, un giornalista ha chiesto di cosa parlasse la canzone e gli ho risposto che non lo sapevo. Travis mi ha guardato come se fossi un idiota.

Mark Hoppus ha spiegato il significato della canzone Strange Love.

Strange Love parla dei miei amici e della gente che esce e che fa finta di divertirsi, anche se spesso si è vuoti dentro.

I Simple Creatures hanno registrato Special poche settimane prima del Download Festival.

La possibilità di registrare, mixare, realizzare il master e pubblicare le canzoni in un breve periodo di tempo è una cosa che voglio fare con i Simple Creatures e che farò anche con i blink-182.

[..]

Penso che per Alex la canzone parli dell’ignorare il fatto che ci si trovi in un brutto periodo, andare avanti con la propria vita e sperare di riuscire a passare quel brutto momento. [..] Invece per me è molto più festosa. [..] Ciò che è fantastico della musica è che una persona può ascoltare una canzone e non sentire niente, mentre per un’altra persona potrebbe definire un momento della propria vita.

Alex Gaskarth pensa che le similitudini tra Strange Love e Special facciano capire da quale momento buio è nato il progetto dei Simple Creatures.

Questi due EP non sono in ordine, ma certamente raccontano l’intera storia di dove ci trovavamo quando abbiamo iniziato questo progetto. Queste canzoni sono il modo con cui lo abbiamo affrontato.

Mark Hoppus ha svelato che nell’EP Everything Opposite (che potrebbe cambiare nome) che uscirà venerdì, 13 settembre (anche la data potrebbe cambiare) ci saranno One Little Lie (considerata la canzone sorella di Special), Nevermind, Thanks, I Hate It (che parla della reazione al primo EP dei Simple Creatures) e altre due canzoni che devono decidere.

Il secondo EP sarà un po’ più coeso. Le canzoni sembrano di più che sono state scritte nello stesso momento. Il primo EP è stato intenzionalmente più eclettico perché volevamo far sapere alla gente che non siamo un’idea specifica o un sound specifico.

Dopo l’uscita del secondo EP, i Simple Creatures andranno in tour e poi pubblicheranno un album. Alex Gaskarth ha spiegato le tempistiche.

Immagino che probabilmente lo inizieremo quest’anno giusto per portarci avanti e perché ci divertiremo a farlo. Ma non sarei sorpreso se tra tre o quattro mesi sarà già pronto.

Mark Hoppus pensa che i +44 non abbiano ricevuto il giusto riconoscimento, ma non sta approcciando i Simple Creatures allo stesso modo.

Penso che i +44 fossero una grande band. Amo quell’album. Amo quei testi. Amo il suo sound. Amo dove abbiamo portato la band. Ma penso che non abbia mai davvero avuto una possibilità dalla casa discografica o dal mondo. Penso che ci sia stata fatta una grande ingiustizia con quell’album.

Non sto approcciando i Simple Creatures allo stesso modo. I +44 eravamo io e Travis [Barker] dopo i blink-182 che cercavamo di capire cosa ognuno di noi poteva fare, cosa ognuno di noi portava ai blink e dove avremmo potuto portare quella band in quel momento. I +44 erano più una ricerca interiore e introspettivi.

Quando vado in studio con i Simple Creatures, mi diverto. Non ci sono aspettative; non c’è una storia della band. È una cosa completamente diversa dai blink-182 e possiamo darci alla pazza gioia e divertirci.

Travis Barker ha realizzato un remix di Drug, ma Mark Hoppus ha spiegato che non è prioritaria la sua uscita.

Spero che esca nel prossimo futuro. Abbiamo tutti questi remix che abbiamo intenzione di pubblicare, ma ci stiamo concentrando a pubblicare nuova musica. Condivido tutta la musica che sto realizzando con i blink. Sono molto fortunato che sono sempre di supporto con tutti quelli che fanno qualcosa al di fuori della band e che riportano ciò che hanno imparato.

Commenta la notizia qui sotto o discutine sul forum.

comments powered by Disqus