Tom DeLonge: "Supporto i blink-182, ma al momento non andrò in tour con loro e non scriverò musica con loro"

Tom DeLonge è stato intervistato da People per promuovere Unidentified: Inside America’s UFO Investigation, ma ha parlato anche dei blink-182 e degli Angels And Airwaves.

Nel primo episodio di Unidentified, accenni al fatto di aver lasciato i Blink-182. È stato difficile per te o sapevi dove volevi andare e non ti sei mai guardato indietro?
È sempre difficile quando si lascia qualcosa su cui si ha lavorato tutta la vita, ma le uniche cose sulla Terra, oltre alla famiglia, di cui ero interessato erano la musica e questo argomento. Quando ho capito come funziona questo argomento e ho capito di cosa si tratta, è stata una scelta molto facile. Mi son detto: “Oh mio dio, sto trattando qualcosa che riguarda tutte le persone sulla terra, spero in un modo positivo”. È stata una decisione facile. Non è stato facile avere a che fare con i social network, l’ignoranza e tutto ciò che arriva assieme al fatto di fare cose che sono progressiste, fuori dagli schemi e al di là della comprensione della gente. [..]
Sto parlando con te a quasi 20 anni dalla pubblicazione del brano “Alien Exists” dell’album dei Blink-182 del 1999 Enema of the State. Cosa ne pensi di quella canzone ora, dopo tutto quello che hai imparato e quello che hai passato?
Sì, 20 anni fa ho scritto questa canzone, “Aliens Exist”, e ricordo che la gente pensava che fosse una canzone divertente, ma questo valeva per molto tempo anche per me. Adesso guardo al prossimo anno, molte di queste informazioni e ciò che ne riguarda verrà mostrato utilizzando gli Angels and Airwaves, la mia altra band. Abbiamo appena pubblicato una canzone intitolata “Rebel Girl”, che è l’inizio del ritorno di questa band che esiste da 12 anni. In sostanza questo primo tour sarà l’inizio di alcuni tour che saranno più grandi e che porteranno queste informazioni alla luce. [..]
Questo è il primo tour in sette anni. È stato annunciato per coincidere con Unidentified, è un modo per portare là fuori il messaggio?
Sì. Quello che è successo è che ho passato molto tempo per far funzionare questa società e poi sono stato in grado di tornare a scrivere musica di nuovo e l’ho fatto per sei mesi. Ho avuto l’opportunità di pubblicare la canzone, di allineare i progetti cinematografici con quelli musicali e di portare tutto in tour. Penso che potrò mostrare alle gente tutto quello che sto facendo. [..]

Beh, abbiamo pubblicato la canzone e ha avuto molto più successo di quello che ci potevamo immaginare. Poi abbiamo annunciato i concerti e molti sono andati sold out. [..] Devo dire che sono completamente onorato che alla gente interessi ancora la mia musica. Sono molto entusiasta per i miei compagni di band nei Blink e per quello che stanno facendo. Penso che molta gente creda che sia ancora nella band, ma al momento non andrò in tour con loro e non scriverò musica con loro, ma supporto la loro evoluzione in quello che stanno facendo. Voglio solamente che tutti vincano in qualsiasi modo li renda felici.

Commenta la notizia qui sotto o discutine sul forum.

comments powered by Disqus