Q&A di Mark Hoppus con The Daily Princetonian

Mark Hoppus ha risposto a una serie di domande di The Daily Princetonian dopo l’evento che si è tenuto alla Princeton University.

  • Attualmente Mark Hoppus sta ascoltando le Bones, un gruppo femminile inglese che assomiglia ai Nine Inch Nails.
  • Mark Hoppus ha iniziato a sentirsi sé stesso da quando ha iniziato ad ascoltare della musica che sembrava parlargli direttamente (ha citato Descendents, Cure e Bad Religion).
  • La prima volta che Mark Hoppus ha ascoltato Silly Girl dei Descendents gli ha cambiato la vita, perché era la prima volta che ascoltava musica punk che parlava di ragazze, genitori e scuola e non era politica e aggressiva.
  • In tutta la loro carriera i blink-182 hanno mantenuto la stessa essenza in tutte le canzoni. Anche I Miss You e Dammit, che sono molto diverse, hanno la stessa essenza.
  • Secondo Mark Hoppus, attualmente, anche grazie alla tecnologia, produrre le proprie canzoni è più accessibile, ma sempre solo la grande musica arriva in cima.
  • I blink-182 non vogliono essere una band che suona solo i vecchi successi, ma vogliono continuare a scrivere nuova musica. Quando la loro carriera sarà finita, spera che la gente avrà dei buoni ricordi.
  • La parte più difficile per Mark Hoppus nello stare in una band come i blink-182 è allontanarsi dalla famiglia per andare in tour, ma la sua famiglia lo sostiene sempre. Invece la cosa più bella è pensare che una canzone, che ha scritto sul proprio divano, sarà cantata dal pubblico in un concerto a Milano due anni dopo.
  • Mark Hoppus definisce i Simple Creatures trash pop.
  • L’obiettivo dei Simple Creatures è di fare musica che Mark Hoppus e Alex Gaskarth non hanno mai fatto prima, ma che comunque a loro piace.
  • Se Mark Hoppus dovesse scegliere tre album da portare su un’isola deserta, sceglierebbe White Album dei Beatles, I Don’t Want To Grow Up dei Descendents e Foley Room di Amon Tobin.
  • Mark Hoppus ha poi detto la prima cosa che gli facevano venire in mente i seguenti album:
    • Cheshire Cat: le foto delle scuole medie, perché rivedendole ci si ricorda di cose imbarazzanti e di altre che si amano;
    • Dude Ranch: un buon inizio dove i blink-182 hanno iniziato a riuscire a destreggiarsi;
    • Enema Of The State: la svolta e un sogno diventato realtà;
    • Take Off Your Pants And Jacket: introspettivo e provare a ritrovare il proprio centro;
    • Untitled: sicurezza di sé e i blink-182 che provano a fare qualcosa di diverso e cool;
    • Neighborhoods: una ricostruzione un po’ incespicante;
    • California: esuberante, divertente e i blink-182 che ritornando alle proprie radici;
    • Strange Love: nuovo ed entusiasmante;
    • il nuovo album dei blink-182: i blink-182 nel futuro.

Commenta la notizia qui sotto o discutine sul forum.

comments powered by Disqus