Conversazione con Mark Hoppus alla Princeton University

Mark Hoppus ha partecipato a una serata organizzata dalla Princeton University in cui ha parlato con Steven Mackey delle influenze musicali e del processo creativo e hanno risposto alle domande dei presenti.

Un fan che era presente al Berlind Theatre ha caricato l’audio che ha registrato su Google Drive.

Ecco un breve riassunto delle cose più interessanti:

  • Il titolo originario di What’s My Age Again? era The Peter Pan Complex, ma la casa discografica ha chiesto ai blink-182 di cambiarlo per non avere problemi con la Disney. Inizialmente era una joke song, ma Tom DeLonge e Jerry Finn hanno iniziato a pensare che fosse sprecata per essere solo una joke song.
  • Le altre volte che i blink-182 hanno avuto delle restrizioni da parte di una casa discografica è stato quando è stato chiesto loro di scrivere più canzoni che sarebbero potute diventare singoli di Take Off Your Pants And Jacket, quando hanno dovuto inserire più persone in skateboard nei video musicali e quando non hanno potuto pubblicare Hey Wipe Your Anus, una versione de La Macarena che parla di diarrea.
  • I blink-182 dovrebbero fare un tour questa estate, ma non avendo ancora finito di registrare il nuovo album vogliono aspettare a organizzarlo, anche se probabilmente lo faranno entro una settimana. Questo perché Neighborhoods è uscito quando mancavano solo due giorni alla fine del tour di quel periodo.
  • Il nome Adam di Adam’s Song dei blink-182 deriva dal nome di un personaggio di Mr. Show che tenta di suicidarsi buttandosi nell’acido. Non ci riesce e il suo corpo, a eccezione della testa, diventa come un omino disegnato.
  • When Your Heart Stops Beating dei +44 rappresenta il tentativo di Mark Hoppus di ritrovare sé stesso e le sue capacità musicali dopo lo sciogimento dei blink-182.
  • Baby Come On dei +44 parla della moglie Skye. Mark Hoppus l’ha scritta quando stava passando un brutto periodo dopo lo scioglimento dei blink-182 e a causa di alcune difficoltà tra lui e la moglie Skye.
  • Scott Raynor si è preso una pausa per capire un po’ di cose, poi gli è stato chiesto se voleva lasciare i blink-182 o rimanenere nella band e ha scelto di andarsene.
  • Mark Hoppus ha scritto Dammit ed era quasi finita quando l’ha proposta al resto della band e lo stesso è successo con Tom DeLonge e All The Small Things. Nella maggior parte dei casi le canzoni dei blink-182 sono cantate da chi le ha scritte.
  • Il dolore alla gola che cantare Dammit provocava a Mark Hoppus lo ha convinto a smettere di fumare e a imparare le corrette tecniche di canto.
  • La nota più alta che riesce a raggiungere Mark Hoppus è il La bemolle.
  • I blink-182 avevano quasi deciso di chiamare l’album Untitled con il titolo Our Pet Sounds.
  • I blink-182 si fidano di John Feldmann come si fidavano di Jerry Finn, anche se si tratta di produttori molto diversi.
  • Matt Skiba può essere molto silenzioso in studio di registrazione e, quando Mark o Travis hanno qualcosa di tangibile e gli chiedono cosa ne pensa, Matt tira fuori i suoi appunti e loro sono sempre entusiasti delle sue idee.
  • Originariamente i Simple Creatures sarebbero dovuti essere un progetto con cui Mark Hoppus avrebbe collaborato con diversi artisti.
  • Nell’EP Strange Love dei Simple Creatures ci sarà una canzone che parlerà della crisi dei rifugiati.

Mark x Princeton

Mark x Princeton

Commenta la notizia qui sotto o discutine sul forum.

comments powered by Disqus