Mark Hoppus: "Sarebbe un vero peccato se Tom DeLonge non avesse la possibilità di volare nello spazio"

Mark Hoppus è stato intervistato insieme a Alex Gaskarth da Pedestrian per promuovere l’EP Strange Love dei Simple Creatures e ha parlato di Tom DeLonge, alieni e del 20° anniversario di Enema Of The State dei blink-182.

Mark Hoppus ha parlato di Tom DeLonge e della sua passione per gli UFO.

Penso che Tom sia molto felice a fare queste cose, noi siamo molto felici a fare le nostre cose e non c’è rancore, non c’è risentimento e non c’è astio; è come ho appena detto: lui fa le sue cose e noi facciamo le nostre.

Non ho parlato con Tom da prima che uscisse California. Quindi da un paio di anni. Ma, come ho detto prima, non c’è astio, è solo che non abbiamo parlato.

Voglio dire, ha dedicato molto della sua vita [agli UFO] e così tanto tempo e energia a fare ricerche, ad ascoltare le persone e a parlarne lui stesso, che sarebbe un vero peccato se non avesse la possibilità di volare nello spazio e vedere lui stesso.

Mark Hoppus ha poi spiegato che i blink-182 non hanno intenzione di ritornare alla formazione originale per celebrare i 20 anni di Enema Of The State, ma potrebbero suonare qualche concerto per celebrare l’anniversario con la formazione attuale.

Non ci sono stati approcci o discussioni sul far tornare insieme la formazione originale.

Abbiamo discusso sul suonare interamente Enema Of The State come celebrazione del 20° anniversario dell’uscita del disco.

Aliens exist.👽hit the link in bio for our chat with @markhoppus & @alexgaskarth of @simplecreatures.

Aliens exist.👽hit the link in bio for our chat with @markhoppus & @alexgaskarth of @simplecreatures.

Commenta la notizia qui sotto o discutine sul forum.

comments powered by Disqus