Mark Hoppus: "I blink-182 entreranno in studio di registrazione alla fine del 2017"

Per presentare Misery, Mark Hoppus è stato intervistato da Zane Lowe su Beats 1 e ha parlato del tour attuale dei blink-182, di California e della sua versione deluxe, della situazione attuale della band e nel prossimo album.

  • Mark Hoppus è felice di tornare a casa durante i tour (è tornato tra le date di Tucson e Lubbock quando ha registrato l’intervista) per fare le cose normali che gli mancano quando è in giro a suonare.
  • Per Mark Hoppus, gli ultimi 18 mesi/2 anni con Matt Skiba sono andati molto bene sia per quanto riguarda la registrazione di California che per i tour.
  • I blink-182 hanno scartato alcune canzoni nella versione originale di California, perché erano simili ad altre canzoni. Per esempio, è successo con Hey I’m Sorry, poi diventata bonus track della versione giapponese di California. Mark Hoppus ha spiegato che non è che non piacevano le canzoni, ma semplicemente le hanno messe da parte per il futuro e ora sono nella versione deluxe.
  • Per questo tour i blink-182 cercano di suonare canzoni vecchie, nuove, lente e veloci per riuscire ad accontentare tutti nei concerti in cui sono headliner, mentre cercano di suonare di più i singoli quando suonano a dei festival.
  • Mark Hoppus ha raccontato di quando hanno suonato al RodeoHouston e che tutte le 65.000 persone, anche quelle più interessate al rodeo, sono rimaste per il concerto dei blink-182 e si è emozionato quando tutti hanno cantato All The Small Things.
  • In questo tour i blink-182 stanno suonando in posti in cui non suonano da molto tempo o in cui non hanno mai suonato.
  • Durante il concerto di Las Cruces, Mark Hoppus stava per sbagliare a dire il nome della città in cui si trovava. Si ricordava correttamente solo che era in New Mexico, ma fortunatamente è riuscito a farsela dire prima di salire sul palco. Non gli è mai capitato di dire il nome della città sbagliata durante un concerto, ma è sicuro che gli succederà.
  • Prima dell’inizio di ogni concerto Travis Barker inizia a riscaldarsi alla batteria per un’ora. Matt Skiba si riscalda la voce e suona la chitarra. Mark Hoppus si riscalda la voce, beve un Ginseng, mangia del miele, si pulisce il naso con un Neti Pot e fa stretching.
  • I blink-182 hanno avuto un passato tumultuoso, ma ora Mark Hoppus vuole continuare con la situazione attuale: scrivere la musica che ama, divertirsi a stare nella band e lavorare duramente.
  • Dopo il tour europeo, i blink-182 faranno alcuni concerti negli Stati Uniti, si prenderanno un periodo di pausa e poi torneranno in studio di registrazione alla fine dell’anno per iniziare a scrivere il nuovo album.
  • Mark Hoppus non si sarebbe aspettato di fare la vita che sta vivendo. Pensa che sia fantastico e che sia fortunato a poter suonare nei blink-182, andare in tour, registrare e avere tanta gente che ascolta la loro musica e va ai concerti.

Commenta la notizia qui sotto o discutine sul forum.

comments powered by Disqus