I blink-182 hanno parlato della registrazione di 30 canzoni per "California", di rimanere giovani e del tour a Backstage with Citi

I blink-182 sono stati intervistati da Sway Calloway per Background with Citi e hanno parlato di come è cambiato il mondo della musica dai loro inizi, di come sono rimasti giovani, della registrazione di California e del tour.

  • Travis Barker pensa che MTV sia stata sostituita da YouTube nei giorni nostri ed è così che i suoi figli cercano la nuova musica. Invece Matt Skiba preferisce andare nei negozi di dischi per cercare la musica.
  • Per Mark Hoppus, i blink-182 sono fortunati ad avere un lavoro in cui non sono obbligati a crescere e forse è questo il motivo per cui riescono a mantenere lo stesso spirito giovanile nelle canzoni. Inoltre si sente allo stesso modo degli inizi e lo stesso vale per Travis Barker, che va in tour da quando ha 19 anni e continua a suonare la batteria, scrivere musica e andare in skateboard dopo 20 anni.
  • Per Travis Barker, i blink-182 non hanno mai pensato di non registrare più album, ma sono passati cinque anni da Neighborhoods, perché non erano d’accordo sul sound del nuovo album. Poi con Matt Skiba e John Feldmann sono entrati in studio, sapevamo che erano sulla stessa linea ed è stato semplice scrivere 30 canzoni in un mese e mezzo, anche se poi è diventato difficile scegliere le 14 che sono andate su California. Invece con l’album self titled, che ritiene il loro migliore, hanno scritto 12 canzoni in un anno e mezzo, quindi ai blink-182 non mancava la creatività.
  • Per Matt Skiba, è stato pazzesco e fantastico entrare a far parte dei blink-182, anche se li conosceva da 15-20 anni, perché avevano portano gli Alkaline Trio in tour come band di supporto e sono rimasti amici. Stare in studio con i blink-182 è stato come stare in studio con dei fratelli con Mark Hoppus che lo faceva ridere sempre e considera sia gli Alkaline Trio che i blink-182 i suoi migliori amici. In studio di registrazione si sentiva a proprio agio; c’è stato qualche momento difficile, ma per la maggior parte del tempo è stato divertente, perché scherzavano e citavano il film Palla da golf.
  • Mark Hoppus ha spiegato che Matt Skiba è diverso da Tom DeLonge, con cui faceva le battute tra una canzone e l’altra nei concerti, ed è stato difficile per lui entrare a far parte dei blink-182, ma è stato rispettoso del passato e ha portato il suo contributo.
  • I blink-182 sono entrati in studio con l’obiettivo di registrare il miglior album possibile dei blink-182 nel 2016.
  • Nel tempo libero Travis Barker suona la batteria, va i palestra a fare pugilato, passa del tempo con i suoi figli e va ai concerti, ma per la maggior parte del tempo suona la batteria e si allena. Travis non va più alle feste troppo spinte, perché è da cinque anni che è sobrio e anni fa ha cambiato il suo stile di vita. Anche Mark Hoppus e Matt Skiba non fanno feste spinte, ma quando sono in tour pensano solo a prepararsi bene per i concerti.

Commenta la notizia qui sotto o discutine sul forum.

comments powered by Disqus