Intervista a D*Face sulla copertina di "California" dei blink-182

D*Face, l’artista che ha realizzato la copertina di California, ha rilasciato un’intervista a NME su come è stato lavorare con i blink-182 e ha svelato qualche immagine scartata.

Come sei arrivato all’idea per la copertina? La band ti ha dato qualche suggerimento?
È stato abbastanza complicato perché il tempo era stretto a causa della mia agenda super piena — proprio come la band quando è in tour. Ho ovunque da dipingere, ho mostre in arrivo e progetti da seguire. Quindi ho detto loro: “State lavorando a questo album da un po’ di tempo, se voleste solamente darmi una dritta prima così che abbia il tempo di trovare qualcosa per voi!” Ma loro mi hanno risposto: “Qualsiasi cosa farai andrà benissimo per noi, non hai nulla su cui stai lavorando che possiamo usare?”

Il titolo dell’album a quel tempo poteva essere sia “Los Angeles” che “California” — c’era anche il nome “Riot” — comunque tutti quanti avevano dei buoni punti di riferimento nel mio lavoro. Quindi ho mostrato loro un po’ di idee perché volevo farlo veramente per loro — ho dato un’occhiata a quello che avevo già e a quello su cui stavo lavorando per vedere se qualcosa era adatto a quei titoli. Mi hanno mandato un paio di brani e mi hanno dato un suggerimento su come volevano che la copertina rappresentasse la California, ma con un lato sovversivo da mostrare che non è sempre grandioso e c’è sempre qualcosa sotto la superficie, sotto la cintura — che, prevalentemente, è ciò che il mio lavoro rappresenta. Quindi quello è stato un suggerimento perfetto.

Ma a quelle prime idee che ho mandato, hanno risposto: “Nulla fa veramente per noi”. C’era un’illustrazione, tuttavia, su cui avevo lavorato circa un anno e mezzo fa che avevo parcheggiato e non avevo trovato il tempo di finire. L’ho guardata e ho pensato come la California, per me, sia guidare, la nascita dell’auto sportiva e tutto quello stile di vita — quindi aveva senso avere una automobile. Quindi quella è stata la prima cosa che mi ha fatto capire che avrebbe funzionato. Ho mandato l’idea e Matt [Skiba] e Travis hanno risposto: “È questa!” Ma, a essere onesti, Mark [Hoppus] ha detto: “Non sono così sicuro...” — quindi non era diretto, mettiamola così!

Commenta la notizia qui sotto o discutine sul forum.

comments powered by Disqus