Mark Hoppus: "Non ho mai parlato con Tom DeLonge in un anno e mezzo"

Dopo che Tom DeLonge aveva detto di essere tornato a parlare con Travis Barker e Mark Hoppus e le conferme dello stesso Travis, Mark ha negato di aver mai parlato con Tom nell’ultimo anno e mezzo a Kevin Klein Live su Live 105.

Nell’intervista inizialmente Mark Hoppus dice “I haven’t” e poi si corregge dicendo “I hadn’t”, quindi potrebbe anche voler dire che Tom e Mark non si sono parlati per un anno e mezzo e si sono appena parlati.

Mark Hoppus ha detto in un’altra intervista su ALT AZ 93.3 che il post su Facebook di Tom DeLonge era come la storia della «volpe e l’uva» e che Tom «si trova in una brutta posizione e cerca di salvare la faccia».

Hoppus ha negato quelle affermazioni questa mattina a Kevin Klein Live dicendo: “Non ho mai parlato con Tom in un anno e mezzo”.

“(Fare ancora della musica con DeLonge) è una cosa troppo lontana per essere anche solo una possibilità”, ho sostenuto Hoppus. Ha anche ammesso a Klein che il post di DeLonge su Facebook “è arrivato come una sorpresa”. Considerebbe mai la riunione con Tom molto più avanti nel tempo? “Mai dire mai a qualsiasi cosa, ma questo è ciò che sono ora i Blink 182”.

Anche se la discussione su DeLonge era appassionante, non è stata l’unica notizia interessante che è uscita dalla nostra intervista.

Sul management che ha rilasciato il nuovo singolo della band un giorno prima: “È stato un errore in buona fede e non licenzierò qualcuno che ha lavorato molto duramente per noi”.

Sull’aggiunta di Skiba: “È un buon amico. È un fantastico cantautore, fantastico paroliere, fantastico cantante, chitarrista, voglio dire che è meraviglioso. Si è trovato in una posizione molto difficile, sapendo che c’è una sensibilità nell’avere un nuovo musicista nella band, ma anche facendo un passo avanti e sostenendo cose in un modo molto rispettoso”.

Sui fan dei Blink 182: “La gente che viene ai concerti, alcuni di loro verranno al loro primo concerto dei Blink. Alcuni di loro verranno al loro 20° concerto dei Blink. Alcuni di loro che sono cresciuti ascoltando i Blink ora porteranno i loro fratelli, sorelle e figli”.

Commenta la notizia qui sotto o discutine sul forum.

comments powered by Disqus