Hi My Name Is Mark Podcast - Episode 2: The 12 Days of Christmas

Mark Hoppus ha parlato di Natale nel secondo episodio del podcast Hi My Name Is Mark, anche se preferisce il Thanksgiving Day, e hanno telefonato a Robert Ortiz, il tecnico del basso di Mark, che ha un tatuaggio dedicato al film A Christmas Story - Una storia di Natale. Partendo dalla serie televisiva Black Mirror hanno cominciato a parlare di tecnologia, dall’iPhone alla tecnologia immersiva della Oculus. Mark Hoppus è deluso dal suo campionato di fantafootball e hanno telefonato a Chris Holmes, tifoso dei Dallas Cowboys, che ha raccontato di ciò su cui sta lavorando. Hanno poi telefonato ai Diarrhea Planet per intervistarli.

Mark Hoppus ha spiegato di essere stato in studio questa settimana a lavorare ad alcune idee, ma non sa se le utilizzerà per i blink-182 o per i Nothing And Nobody. Ha fatto sentire cinque secondi della seconda demo pubblicata poco tempo fa su Snapchat e di un’altra demo. Poi ha fatto sentire un’altro spezzone di una canzone acustica dove canta: “I wanna see some naked dudes / That’s why I built this pool” (traduzione: “Voglio vedere qualche tizio nudo / Per questo ho costruito questa piscina”).

Welcome to Episode 2 of the Hi MY NAME IS MARK podcast, formally titled The Twelve Days of Christmas.

The new Hi My Name is Mark Podcast is up! The 12 Days of Christmas. iTunes.com/himynameismark

The new Hi My Name is Mark Podcast is up! The 12 Days of Christmas. iTunes.com/himynameismark

Commenta la notizia qui sotto o discutine sul forum.

comments powered by Disqus