Intervista di Digital Spy a Tom DeLonge: "Non sarò mai soddisfatto"

Tom DeLonge è stato intervistato da Digital Spy e ha parlato del progetto Poet Anderson: The Dream Walker degli Angels And Airwaves, delle sue ambizioni, del nuovo album dei blink-182 e di molto altro ancora.

Ecco i punti principali dell’intervista.

  • Tom DeLonge ha spiegato che ha lavorato all’album The Dream Walker e al cortometraggio animato Poet Anderson: The Dream Walker per due anni, ma l’idea del personaggio Poet Anderson gli è venuta una decina di anni fa.
  • Tom DeLonge ha voluto cambiare gli Angels And Airwaves come band (li ha fatti tornare sulla Terra) e come sound (ha cercato di fare qualcosa di meno prevedibile e con delle sonorità più grezze).
  • Tunnels è la canzone di The Dream Walker preferita di Tom DeLonge, perché è la prima che ha iniziato a scrivere con Ilan Rubin e l’ha finita prendendo ispirazione dalla morte del padre. Gli piace molto anche Bullets In The Wind che gli ricorda i Clash.
  • Tom DeLonge inserisce scherzando Satana tra le persone che lo ispirano e poi tornando serio elenca U2, The Descendants, John Fitzgerald Kennedy, Stephen Hawking e lo scienziato Joseph Farrell.
  • Gli Angels And Airwaves volevano fare qualcosa di elettronico e diverso con Kiss With A Spell e hanno preso ispirazione dai New Order.
  • Mercenaries è stata la prima canzone che gli Angels And Airwaves hanno cambiato completamente dopo averla iniziata a scrivere. La prima versione aveva più riff di chitarra e aveva le melodie più simili a quelle che ci si aspetta da Tom DeLonge. Gli Angels And Airwaves non avevano mai fatto nulla con così tanta energia in passato, ma con Ilan Rubin ora sono in grado di farlo.
  • David Kennedy è ancora negli Angels And Airwaves e tornerà quando ci sarà un tour. In passato le canzoni venivano scritte solo da Tom DeLonge, mentre ora c’è anche Ilan Rubin. Essendo gli Angels And Airwaves un progetto artistico, accadono queste situazioni anormali per una semplice band.
  • Gli Angels And Airwaves andranno in tour nel modo e nel momento che vorranno. Tom DeLonge spera che sarà un’esperienza grandiosa, tecnologica, emotiva e completamente diversa.
  • Tom DeLonge, dopo aver raccontato da dove è nata l’idea di Poet Anderson come fatto in altre interviste, ha annunciato che ci sarà anche un film, ma che ci vorranno alcuni anni per realizzarlo.
  • Tom DeLonge pensa che ciò che lo guida sia il fatto di non essere mai soddisfatto. Ha il costante bisogno e desiderio di esprimersi e di essere legittimato come artista. Cerca di fare cose che non conosce e, non essendo il migliore in quello che fa, non è mai soddisfatto.
  • I blink-182 hanno dato tutto a Tom DeLonge ed è stato fortunato a farne parte. Gli piace celebrare quello che era e come creava. Gli piace stare anche negli Angels And Airwaves, perché rappresentano chi è ora e chi vuole essere. Tom ama sia i blink-182 che gli Angels And Airwaves, perché ha la possibilità di pensare in maniera diversa.
  • I blink-182 hanno appena deciso chi pubblicherà il nuovo album e il momento in cui inizieranno a scrivere il prossimo mese.
  • Tom DeLonge non sa come sarà il nuovo disco dei blink-182, ma crede che realizzandolo tutti assieme sarà molto diverso rispetto a Neighborhoods. Sarà interessante, perché Tom non è sicuro di che cosa sono interessati musicalmente in questo momento Mark Hoppus e Travis Barker. Sarà divertente trovare un punto comune e creare qualcosa che piaccia a tutti e tre e ciò è quello che i blink-182 vogliono fare come band.
  • Tom DeLonge ama l’idea che ci sia qualcuno ispirato da quello che fa e lo fa sentire importante e legittimato. Non passa molto tempo a pensarci, ma, quando qualcuno glielo fa notare, non sa cosa pensare e ne è molto grato. È grato che quello che ha fatto significava qualcosa e continua a significare qualcosa. Conclude dicendo che almeno non sono stati influenzati dalle sue mutande di pelle attillate.

Commenta la notizia qui sotto o discutine sul forum.

comments powered by Disqus