Mark Hoppus parla dei 21 anni dei blink-182 e del loro futuro su Kerrang!

Everybody likes you when you're 21

Mark Hoppus è stato intervistato sul numero del 21 agosto 2013 di Kerrang! dove ha parlato dei 21 anni che i blink-182 hanno compiuto a inizio agosto e del futuro.

Ecco i punti salienti dell'intervista:

  • Mark non si sente vecchio per aver passato metà della sua vita nei blink-182, ma lo sarà quando i blink-182 compiranno 23 anni a causa del testo Nobody likes you when you're 23 di "What's My Age Again?".
  • Mark ha spiegato che, nonostante viva in Inghilterra, parla con Tom DeLonge e Travis Barker via telefono e stanno iniziano a pianificare la registrazione del nuovo album.
  • Per Mark, i punti più alti della carriera dei blink-182 sono stati i concerti. In particolare ricorda la prima volta che hanno fatto sold out al Soma di San Diego, quando hanno fatto sold out al Madison Square Garden e quando sono stati headliner al festival di Reading e Leeds. Inoltre si ricorda l'emozione prima di un concerto dei blink-182 di vedere le foto dei grandi artisti che hanno suonato al Hollywood Bowl negli anni precedenti.
  • Il punto più basso è stato lo scioglimento dei blink-182 e, anche se c'è stata troppa rabbia, era una cosa di cui avevano bisogno.
  • All'inizio della carriera i blink-182 registravano su nastro, quindi andavano in studio di registrazione con il 90% delle canzoni scritte e pronte. Adesso che possiedono il proprio studio, la registrazione dura più tempo e ci sono più opportunità di essere creativi. Devono darsi una data limite, altrimenti starebbero in studio per anni.
  • I blink-182 sperano di entrare in studio l'anno prossimo e pubblicare il nuovo album tra la primavera e l'inizio dell'estate del 2014.
  • Probabilmente i blink-182 cominceranno a scambiarsi le prime idee per le nuove canzoni durante le prove e il tour di settembre.
  • Per Mark è sempre divertente andare in tour, anche se all'inizio della carriera andavano in giro con un pullmino, dormivano nel pullmino o sul pavimento e guadagnavano 50$ a concerto.
  • Mark Hoppus, oltre ad aver lanciato Hi My Name Is Mark un mese fa, sta lavorando da qualche mese a sette/otto canzoni con Chris Holmes, ingegnere di Mark e co-produttore di "Neighborhoods", in un progetto che non ha ancora un nome. Le prime canzoni potrebbero uscire tra la fine di quest'anno e l'inizio del prossimo e consistono in chitarre mischiate con musica elettronica dove sia Mark che Chris cantano.
  • Mark parla con Travis soprattutto tramite SMS e sa che ha appena finito il tour con i Transplants e che è tornato in studio di registrazione come fa sempre.
  • Mark parla con Tom soprattutto via e-mail e sa che è andato nel nord della California a cercare il Bigfoot con alcuni amici. Non sta lavorando con gli Angels And Airwaves, ma è concentrato a cercare il Bigfoot e a scrivere la sceneggiatura di film.
  • Non può aggiungere molto, ma Mark è entusiasta di tornare in tour nel Regno Unito l'anno prossimo.
  • L'intervista è stata fatta nella fattoria di Mark, dove ci sono delle galline, un orto e molta terra. È una fattoria, ma Mark non è un contadino, perché passa la maggior parte del tempo seduto al computer.
  • A Mark piacciono le api e tra poco dovrà estrarre il miele dall'alveare, perché è finita la stagione. Ha imparato leggendo dei libri e grazie all'insegnamento di un signore che fa parte della British Beekeepers Association [NdT.: Associazione degli Apicoltori Britannici].
  • A Mark è affascinato dalla vita nell'alveare, dell'ape regina e dalla specializzazione di ogni ape operaia.

Commenta la notizia qui sotto o discutine sul forum.

comments powered by Disqus