I blink-182 hanno dato la prova che non hanno perso nulla all'inizio del tour a Las Vegas

La band riunita è sciocca, forte e modesta, ma certamente non nostalgica.

LAS VEGAS — "Motherf---, sh--, f---." Queste sono state le prime parole dei Blink-182 ai fan giovedì sera all'Hard Rock Hotel & Casino, dopo due canzoni nel primo concerto del loro enorme tour estivo.

Sono state pronunciate da Mr. Thomas DeLonge — che ha un vero talento per questo tipo di cose — e, caso mai, hanno notificato che sebbene lui e i suoi compagni potrebbero essere invecchiati, hanno speso mezzo decennio divisi, lanciando vari side project e linee d'abbigliamento, recitato in reality show, iniziato famiglie e diventati i padrini di una scena musicali che non hanno mai pensato di creare, non sono cambiati per nulla.

E questo è stato praticamente il tema del concerto di giovedì sera, che malgrado qualche fischio in più (nessun riferimento alla batteria rotante), è stato un grande concerto dei Blink. Non è stato nostalgico. Certamente è stato ciocco, divertente, forte, rauco, modesto e profano.

Aperto con "Dumpweed," da Enema of the State del 1999, per poi lanciarsi a capofitto in "Feeling This", del loro ultimo disco, i Blink non hanno mostrato segni di arruginimento o nervosismo — questo era, dopo, l'inizio del loro primo tour dal 2004. Piuttosto è stato come se fossero appena emersi da una capsula del tempo, perfettamente conservai. DeLonge continua a maltrattare la sua chitarra (e biascicare le parole come un pazzo), Mark Hoppus continua a colpire il suo basso (e a saltare molto) e Travis Barker continua a colpire violentemente la sua batteria (e a non mettersi una maglietta).

Hanno suonato una copiosa serie di successi (dopo il saluto iniziale di DeLonge, "Rock Show" è stato seguito da "What's My Age Again?", "First Date" e "Adam's Song") e delle cose meno conosciute ("Not Now", "Going Away to College", "Anthem Part Two"), tutte mangiate vive dal pubblico sudato e roco. Oh, e le battute tra una canzone e l'altra? Beh, lasciatemi dire che non hanno perso nulla in questo campo. Si deve tenere conto che il 90 per cento delle cose non sono pubblicabili, ma alcune gemme di questa sera includono Hoppus che si lancia in una prolissa parodia della narrazione di Waylon Jennings in "Hazzard" prima di fermarsi e proclamare: "Ho 37 anni, a proposito ... scoreggia!" e DeLonge che corre attraverso 15 diversi scenari in cui il pubblico potrebbe far sesso con vari membri della propria famiglia.

Questo non vuol dire che tutto il concerto è stato una continua tiritera di pipì e popò. I Blink hanno anche dato la prova che con l'età è arrivata l'abilità di suonare a tutto gas e hanno messo in vetrina i loro colpi in una varietà di numeri, tra cui un lungo finale di "I Miss You" e una versione lunatica di "Stockholm Syndrome", che è iniziata sinistra e cupa per poi mutare in un nodoso esercizio nel finale.

Anche Barker ha avuto la sua possibilità per illuminare con un lungo assolo di batteria con il remix di "Dirt off Your Shoulder" di Jay-Z, mentre la sua batteria andava in giro facendo dei giri di 360 gradi (sfortunatamente non abbiamo avuto la versione "Barker e la sua batteria elevatata sopra il pubblico" questa sera a causa dell'Hard Rock troppo piccolo). Anche questo è stato accolto con applausi rumorosi e con telefoni con fotocamera.

La manifestazione pirotecnica di Barker è arrivata giusto dopo che i Blink avevano finito la loro scaletta. I suoi compagni sono poi riemersi dal backstage per suonare un bis di vecchia data: "Carousel", del loro album di debutto del '94 Cheshire Cat, e — naturalmente — "Dammit", da Dude Ranch del '97. E' stato l'ultimo per cui i ragazzi del pubblico hanno fatto clamore e quando il veloce riff iniziale è cominciato ha dato il meglio di sé alzando i pugni in aria e facendosi trasportare dalla folla.

Poi, come se una conferma sul palco, DeLonge è tornato al microfono, cercando il modo migliore per finire la serata. Questo è quello con cui è uscito:

"Ragazzi siete fottutamente carini! Siete eccezionalmente sessuali! Non so più cosa dire. Masturbatevi!"

E' stato un bel finale, veramente. Alcune cose non cambieranno mai.
- MTV.com

Clicca qui per vedere la fotogallery di MTV del primo concerto del tour deii blink-182 a Las Vegas.

Su MTV.com ci sono anche due articoli che parlano dei fan prima e dopo il concerto:

Commenta la notizia qui sotto o discutine sul forum.

comments powered by Disqus